Vai al contenuto della pagina
EMIGRATI E IMMIGRATI DELLA SARDEGNA

Abitazione

 
info
La Legge 39/1990 (legge Martelli) aveva accuratamente evitato di parlare di “case per gli immigrati”, limitandosi a prevedere e finanziare strutture di accoglienza di breve temporaneità attraverso le quali i flussi programmati di immigrati in ingresso in Italia avrebbero poi dovuto reperire sul mercato occasioni alloggiative autonome.
I limiti delle politiche abitative sociali, il dilatarsi di fasce di popolazione a disagio abitativo, il caratterizzarsi del tema della casa come “casa contesa” fra italiani ed immigrati, hanno limitato in maniera drastica le possibilità di accesso dei migranti al mercato abitativo.
Nonostante la L.R. 46/1990 all’art. 5 comma e) preveda“l’accesso al finanziamento agevolato di cui alla legge regionale 30 dicembre 1985, n. 32”, le dinamiche del mercato hanno creato in Sardegna una situazione paradossale: da una parte ci sono centinaia di famiglie in attesa di prima casa; dall’altra parte troviamo un patrimonio vastissimo di case ed appartamenti vuoti ed inutilizzati, di proprietà sia di piccoli e medi proprietari privati che di grosse “potenze” immobiliari (banche, enti assicurativi, enti immobiliari).
Nei confronti degli immigrati questa situazione distorsiva ha funzionato come ulteriore elemento di discriminazione, o negando loro l’accesso all’abitazione in affitto, o alimentando fenomeni di autentica speculazione (affitti esosi per convivenze di un alto numero di persone, affitto di sottoalloggi fuori norma dai criteri di abitabilità).
L’introduzione della normativa sui “patti in deroga” ha influito poco sulle dinamiche del mercato, il quale continua a muoversi o attraverso accordi di affitti al di fuori della normativa, o attraverso acquisti a costi altissimi e quindi difficilmente accessibili, soprattutto ai principali soggetti di domanda di prima casa.
Sulla scorta di esperienze analoghe in campo internazionale, si dovrebbero promuovere delle forme di sostegno e garanzia per l’accesso di immigrati al mercato della casa, tramite le associazioni che operano a sostegno degli immigrati in stretto rapporto con gli Enti Locali.
sardegnamigranti@regione.sardegna.it
© 2020 Regione Autonoma della Sardegna