Vai al contenuto della pagina
EMIGRATI E IMMIGRATI DELLA SARDEGNA

Presentata a Pechino la prima settimana della cucina italiana in Cina

10.11.2016 - Valorizzare la tradizione culinaria dell’Italia come parte integrante della cultura del Paese e segno distintivo del vivere all’italiana. Promuovere la qualità dei prodotti per diffondere i valori della sostenibilità ambientale, della lotta agli sprechi alimentari e del rispetto per il cibo. Far conoscere alla Cina, attraverso la cucina, la ricchezza del territorio italiano e del suo patrimonio di storia e tradizioni. È quanto si propone la prima Settimana della Cucina Italiana in Cina, presentata ieri presso l’Auditorium dell’Istituto Italiano di Cultura, durante una conferenza stampa organizzata dall’Ambasciata d’Italia in Cina in collaborazione con lo stesso Istituto, ICE e Camera di Commercio Italiana.
Un menu di eventi ampio e variegato, per rispondere ai gusti di tutti: dai laboratori di cucina, alle cene tematiche, dal food design alle proiezioni di film, dalle degustazioni di cibo e vino, alle presentazioni di libri e prodotti tipici, all’illustrazione delle certificazioni di origine.
L'iniziativa, che prosegue l'esperienza di Expo Milano 2015, sarà sviluppata anche con la collaborazione degli chef italiani ed un testimonial speciale: lo Chef Carlo Cracco, a Pechino il 25 e 26 novembre.
Tra i principali appuntamenti in calendario il Food design di Antonello Fusetti e Stefano Giovannoni che incontra la cucina di Carlo Cracco, un viaggio tra cucina e cinema con il film Caffè di Cristiano Bortone, i percorsi culinari tematici dei ristoranti del marchio “Ospitalità Italiana” e in chiusura la cena di Gala della Camera di Commercio Italiana in Cina, con il menu pensato da Carlo Cracco per valorizzare i prodotti delle regioni colpite dal terremoto.
“La Settimana della Cucina Italiana è un appuntamento globale e uno strumento di promozione della qualità e dello stile di vita italiani all’estero. Nell’ambito di questa iniziativa la Cina riveste un ruolo speciale, per i valori legati al cibo che ci accomunano e per la diffusione globale delle nostre rispettive cucine” ha affermato l’Ambasciatore italiano in Cina, Ettore Sequi. “Sono quindi particolarmente orgoglioso di annunciare che in Cina, con l’azione di squadra che abbiamo portato avanti tra Ambasciata, Rete consolare, Istituto Italiano di Cultura, ICE e Camera di Commercio, saremo in grado di offrire uno dei più ricchi calendari di eventi al mondo”. La prima Settimana della cucina italiana “racconterà alla Cina che la nostra cucina è amata e riconosciuta in tutto il mondo perché è buona ma soprattutto sana e di qualità” ha ricordato Sequi.
Il programma degli eventi è disponibile qui. (aise)
sardegnamigranti@regione.sardegna.it
© 2017 Regione Autonoma della Sardegna