Vai al contenuto della pagina
EMIGRATI E IMMIGRATI DELLA SARDEGNA

Servizio Civile Universale: Territorio e giovani

13.11.2017 - Il seminario organizzato dall’Assessorato regionale del Lavoro, alla luce della riforma sul Servizio Civile Universale introdotto dal Decreto legislativo 40/2017, è rivolto agli enti accreditati iscritti alla sezione A del Servizio civile nazionale della Regione Sardegna e presenta alcuni elementi di novità con l'introduzione di una fase di sperimentazione relativa ai nuovi istituti previsti quali: flessibilità della durata del servizio dagli 8 ai 12 mesi, svolgimento del servizio per un periodo di tre mesi in un Paese UE o, in alternativa, possibilità di usufruire di tutoraggio per facilitare l'accesso al mondo del lavoro, impiego dei giovani con minori opportunità.

Finalità

Difesa non armata e non violenta della Patria, educazione, pace tra i popoli e la promozione dei volori fondativi della Repubblica.

Operatori dello SCU

Possono diventare operatori del Servizio Civile Universali:
- i cittadini italiani;
- i cittadini di Paesi appartenenti all'Unione Europea;
- gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia che, alla data della presentazione della domanda,abbiano un'età tra i 18 e i 28 anni, senza distinzioni di sesso e selezionati tramite bando pubblico.

L'operatore volontario ha un contratto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il contratto non è assimilabile ad alcuna forma di rapporto di lavoro di natura subordinata o parasubordinata e non comporta la cancellazione dalle liste di collocamento o dalle liste di mobilità. La durata, l'impegno orario e il compenso sono definiti all'interno della legge. Lo svolgimento del servizio civile universale può comportare il riconoscimento di crediti formativi da parte delle Università.

All’incontro parteciperà il Consigliere Calogero Mauceri, Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Le iscrizioni da parte degli enti interessati dovranno pervenire entro il 14 novembre all’indirizzo: lav.serviziocivile@regione.sardegna.it. Per motivi organizzativi, gli enti potranno iscrivere al massimo due partecipanti.

Ulteriori chiarimenti potranno essere richiesti ai seguenti numeri telefonici: 070/6064621 - 5806– 5516 – 5781 – 5510.

Locandina dell'evento[file.pdf]

Approfondimento e iscrizione
sardegnamigranti@regione.sardegna.it
© 2018 Regione Autonoma della Sardegna