Vai al contenuto della pagina
EMIGRATI E IMMIGRATI DELLA SARDEGNA

Sardi nel Mondo:Ritorna il Messaggero Sardo

14.12.2017 - L'iniziativa, voluta dall'Assessore del Lavoro Virginia Mura, è parte integrante di un progetto regionale presentato dalla Federazione delle Associazioni di tutela (FAES), che prevede la digitalizzazione del materiale di proprietà dell'Associazione Culturale Messaggero Sardo, ritenuto di "interesse storico particolarmente importante", dal Ministero per i Beni Culturali e la Attività Culturali.
Il materiale, attualmente depositato presso i locali dell'Archivio di Stato di Cagliari, è costituito da documenti, foto e poesie nonchè dai disegni del famoso fumettista Franco Putzolu e rappresenta una testimonianza significativa dell'emigrazione isolana.
La realizzazione del periodico online è stata affidata dalla FAES all'Associazione Culturale Messaggero Sardo, che è subentrata alla storica cooperativa che per 40 anni ha pubblicato il mensile in versione cartacea.
Il progetto, approvato dalla Consulta è inserito nel Programma annuale degli interventi a favore dell'emigrazione sarda previsti per il 2017, e prevede la pubblicazione di due numeri anche per il 2018 e il 2019.
Il Messaggero Sardo online ricalcherà lo schema organizzativo del giornale cartaceo - tanto apprezzato dalle comunità sarde sparse nel mondo - con notizie e informazioni sulle attività dei circoli, articoli sull'attualità economica, sociale e culturale dell'Isola, informazioni sulle più importanti iniziative istituzionali, rubriche di poesie, cucina, e pagine dedicate allo sport. Verrà realizzato a colori in formato A4 per facilitarne la fruibilità anche da coloro che amano sfogliare la versione cartacea.

Il Messaggero Sardo[file.pdf]
sardegnamigranti@regione.sardegna.it
© 2018 Regione Autonoma della Sardegna