Vai al contenuto della pagina
EMIGRATI E IMMIGRATI DELLA SARDEGNA

Riprende il servizio "Jure Sanguinis" all'Ambasciata in Cile

20.01.2019 - “Storia a lieto fine”, così il sottosegretario Ricardo Merlo ha definito la vicenda dell’interruzione del servizio di cittadinanza “jure sanguinis” all’Ambasciata d’Italia in Santiago, annunciando che il servizio riprenderà già da domani mattina.
“Grazie ad un tempestivo coordinamento con l'Ambasciatore d'Italia in Cile, Mauro Battocchi, che ringrazio per la disponibilità, il servizio verrà ripristinato lunedì il servizio di #cittadinanza iure sanguinis”, ha spiegato Merlo , che era stato informato dell’interruzione sui suoi canali social.
Il sottosegretario si era subito impegnato ad intervenire , ribadendo che “chi ha #sangueitaliano è italiano e non va lasciato indietro in nessun caso”. Un concetto che Ricardo Merlo ha posto come riferimento prioritario della propria azione politica, convinto che non debbano esistere “italiani di seria A e di serie B” .
Il Sottosegretario ha anche invitato i connazionali a informarlo direttamente in caso maltrattamenti o di discriminazioni nei consolati, assicurando che ” la via preferenziale nei Consolati è per TUTTI i figli di italiani, sia per quelli nati in Italia sia per quelli nati all’estero
sardegnamigranti@regione.sardegna.it
© 2019 Regione Autonoma della Sardegna